LA STORIA SIAMO NOI

(e a Camillo lasciamogli le piazze!)

L'Unità d'Italia e gli italiani uniti visti con gli occhi del clown
VINCITORE PREMIO
FABBRICA DEL DIALOGO
SUQ DELLE CULTURE 2015
Scritto diretto e interpretato da
Alice Bettinelli e Mita Bolzoni

In scena due personaggi che, grazie alla loro identità stralunata e beffarda, mettono alla berlina i vizi e le difficoltà della convivenza civile, anche quando quest'ultima si trova a passare attraverso una sottile parete di casa: Un lavoro che attraverso l'utilizzo della comicità e delle tecniche di teatro di strada fa precisi riferimenti ai valori nostra Costituzione e all'attualità dei suoi principi che sembrano scritti per il tempo di oggi ma che appaiono invece dimenticati.

Con una certa dose di consapevole provocazione sono stati scelti brani come il Va Pensiero e l'Inno di Mameli, strappati alla retorica e al populismo che troppo spesso li ha svuotati del loro senso più profondo.
Abbiamo voluto creare così un riferimento preciso alla storia del nostro Paese (che non solo ha vissuto con difficoltà l'integrazione tra le sue regioni ma anche è stato protagonista di una grande emigrazione dei suoi abitanti verso l'America) perché, in questo momento storico, è bene non dimenticare un passato che riguarda noi ma anche coloro i quali partono alla ricerca,  troppe volte andando incontro a una disperata fine nei nostri mari,  di una terra comune che li accolga.
Un lavoro che ci ha permesso di indagare  temi sensibili che ci hanno toccato nel profondo, nel nostro senso di identità ma anche nella capacità di mantenersi aperti e disponibili al diverso e allo "straniero", anche quando quest'ultimo veste i panni del nostro vicino di casa.