La ginnastica della fantasia

Viaggio intorno al mondo a cavallo di una sedia

Un laboratorio

con Mita Bolzoni, narratrice

Alice Bettinelli per i canti

Ebnou Fall per la musica dal vivo (percussioni)

Marco Belcastro (chitarra e voce)

Matteo Gilberti (rumorista)

“Perché un laboratorio teatrale sulla narrazione? Prendendo in prestito le parole del grande Rodari, perché
l'immaginazione del bambino, stimolata a inventare parole, applicherà i suoi strumenti su tutti i tratti dell’esperienza che sfideranno il suo intervento creativo. Le fiabe servono alla matematica come la matematica serve alle fiabe. Servono alla poesia, alla musica, all’utopia, all’impegno politico: insomma, all’uomo intero, e non solo al fantasticatore.
Raccontare storie è qualcosa che si avvicina ad una missione, un impegno che aggiunge alla fatica artistica e creativa quella etica e di testimonianza. Con le storie passiamo esperienze, insegnamenti, pezzi di vita e li mettiamo a disposizione di tutti. E a quest'enciclopedia umana e creativa è bene che i ragazzi imparino a mettere mano in maniera attiva, e non soltanto da fruitori passivi".

Nella prima parte del laboratorio i bambini assisteranno alla messa in scena di una storia, con una narrazione teatrale accompagnata da musica dal vivo.

Al termine della rappresentazione verranno condotti in forma di scambio creativo alla scoperta dei suoi contenuti, dei punti chiave ,delle suggestioni: per ognuno di questi elementi verranno proposti nuovi spunti di fantasia e i bambini potranno cimentarsi nella realizzazione dei personaggi e degli ambienti della storia inventando nuove azioni corali, utilizzando la voce, il canto e l'espressione corporea.

Ecco che così, nella seconda parte dell'incontro, la storia verrà di nuovo portata in scena, ma questa volta tutti insieme, utilizzando le improvvisazioni sceniche nate e realizzate magicamente durante la prima fase del laboatorio!